I migliori musei da visitare in Emilia-Romagna

Alla scoperta dei più particolari musei da visitare in Emilia-Romagna da quelli sul cibo a quelli archeologici, storici e culturali per calarsi a pieno nelle tradizioni di questa terra.

Cultura, folclore e storia

Un viaggio nelle tradizioni antiche e contemporanee

Dalla storia più antica fatta di archeologia e manufatti, alle arti più prestigiose fino alle tradizioni culinarie e folcloristiche i musei da visitare in Emilia-Romagna offrono al visitatore la possibilità di apprendere più da vicino la cultura e la realtà del territorio apprezzandone le sue eccellenze. Un mix tra cultura, divertimento, curiosità e folclore fanno sì che ognuno trovi il museo più adatto ai propri interessi che possono andare dai più classici ai più originali; basti pensare al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, uno dei più importanti musei di questa arte al mondo e al Museo delle Curiosità di San Marino, un posto dove trovare oggetti e personaggi insoliti e surreali. Per scoprire le tradizioni più autentiche bisogna esplorare i borghi delle colline romagnole per scovare piccoli musei di nicchia come la Stamperia Marchi di Santarcangelo che custodisce l’antica arte della stampa romagnola.

Casa Artusi

A Forlipopoli, Casa Artusi rappresenta il fulcro della cultura gastronomica casalinga della Romagna, un museo dove oltre ad osservare si possono mettere le mani in pasta e imparare a preparare i piatti tradizionali della cucina romagnola.

Museo Villanoviano

La rarità e lo stato di conservazione dei reperti del Museo Civico Archeologico di Verucchio lo rendono uno dei più importanti del riminese; i resti delle necropoli villanoviane offrono uno spaccato della vita sociale della zona ai tempi degli etruschi.

Museo delle armi di San Marino

Da quelle bianche a quelle da fuoco, nel Museo delle Armi Antiche di San Marino si possono trovare esemplari unici e prototipi, come il pugnale-pistola del ‘700 o la spada a due mani, delle armi usate nel territorio dal Medioevo all’Ottocento.

I musei di nicchia della Romagna

La Romagna è una terra dalle antiche tradizioni e dalla forte identità che ancora oggi nei paesi più piccoli tra le colline vive tra la gente dalle umili origini. Un posto dove poter comprendere la quotidianità, la storia e la cultura del passato è il Museo Etnografico di Santarcangelo. A Montebello invece si trova il Museo del Miele, un progetto che valorizza il legame tra l’uomo e il territorio e a fa conoscere questo prezioso alimento attraverso le sue fasi di produzione. Il Museo diffuso di Tonino Guerra raccoglie “luoghi dell’anima” sparsi nella Valmarecchia che evocano tempi passati.

Museo della Musica Meccanica

Poco fuori Cesena si trova Musicalia, un posto dove antichi strumenti musicali rivivono per incantare i visitatori e raccontare loro la storia della musica meccanica dalla sua invenzione alla scomparsa del grammofono e degli altri strumenti moderni.
  Copyright by Spuntolab All Rights Reserved- Privacy Policy - Cookie Policy